http://paravia-elevators.it/modules/mod_image_show_gk4/cache/fotohome.SPOLETOgk-is-89.jpglink
http://paravia-elevators.it/modules/mod_image_show_gk4/cache/fotohome.foto2gk-is-89.jpglink
http://paravia-elevators.it/modules/mod_image_show_gk4/cache/fotohome.foto3gk-is-89.jpglink
http://paravia-elevators.it/modules/mod_image_show_gk4/cache/fotohome.ALIM1757gk-is-89.jpglink
0 1 2 3
Progress bar

Nuova Direttiva Ascensori 2014/33-UE

Lo scorso 18 Aprile 2014 è entrata in vigore la nuova direttiva ascensori, 2014/33/UE, che sostituirà la direttiva 95/16/CE, modificata dalla 2006/42/CE. La nuova direttiva ascensori non stravolge l'impianto della 95/16/CE ma ne allinea il testo alla struttura delle direttive di più recente emanazione e esplicita meglio alcuni argomenti.

 

Differenze e novità

Per tutti i soggetti interessati vengono esplicitati gli obblighi. Tra l'altro per l'installatore dell'ascensore e il fabbricante del componente di sicurezza vengono fornite indicazioni sulle misure correttive da intraprendere nel caso di non conformità e sulla comunicazione della non conformità e delle azioni correttive alle Autorità nazionali. In particolare, il fabbricante del componente di sicurezza ha l'obbligo di prendere immediatamente le misure correttive necessarie per rendere conforme il componente di sicurezza per ascensori, per ritirarlo o richiamarlo, a seconda dei casi, se si ha motivo di ritenere che il componente di sicurezza per ascensori immesso sul mercato non sia conforme alla direttiva.

Il Capo IV, è dedicato all'autorità di notifica e alla notifica degli Organismi notificati.

Il Capo V, si interessa di "Vigilanza del mercato dell'Unione, controlli sugli ascensori o sui componenti di sicurezza per ascensori che entrano nel mercato dell'Unione e procedura di salvaguardia dell'Unione" In questo capitolo vengono esplicitati concetti riguardanti la Vigilanza del mercato dell'Unione e i controlli sugli ascensori o sui componenti di sicurezza per ascensori che entrano nel mercato dell'Unione, la modalità di approccio (procedura) a livello nazionale per gli ascensori o i componenti di sicurezza per ascensori che presentano rischi, la procedura di salvaguardia a livello di Unione, la modalità di intervento nel caso di ascensori o componenti di sicurezza per ascensori conformi che presentano rischi.

Le procedure di valutazione della conformità non vengono stravolte ma cambiano gli allegati di riferimento: ad esempio l'attuale Allegato V - Esame CE del tipo (Modulo B) diventa Allegato IV nella nuova direttiva, l'attuale Allegato VI - Esame finale diventa Allegato V nella nuova direttiva, l'attuale Allegato X - Verifica di un unico prodotto (Modulo G) diventa Allegato VIII nella nuova direttiva e così via.

Da notare che tra gli allegati alla direttiva 95/16/CE, l'Allegato III (marcatura CE di conformità) e l'Allegato VII (Criteri minimi che devono essere osservati dagli Stati membri per la notifica degli organismi) non compaiono più (l'Allegato III è stato traslato nell'articolato della nuova direttiva 2014/33-UE, così come l'Allegato VII, anche se con sostanziali modifiche).

L'Allegato II "Dichiarazione di conformità" vede la presenza di una integrazione circa i contenuti di questi fondamentali documenti che accompagnano i componenti di sicurezza e gli ascensori: la data e la firma, informazioni queste che nella attuale direttiva 95/16/CE non compaiono in modo esplicito.

In particolare riporto qui di seguito i punti:

l)  nome e funzione della persona abilitata a firmare la dichiarazione a nome del fabbricante o del suo rappresentante autorizzato;

m)  luogo e data della firma;

n)  firma.

L'attuale Allegato IV - Elenco dei componenti di sicurezza di cui all'articolo1, paragrafo1, e all'articolo8, paragrafo 1, e l'Allegato III della nuova direttiva ascensori vedono la presenza di tre modifiche:

• La prima riguarda il punto 2: mentre nell'attuale testo della direttiva 95/16/CE sono indicati i "dispositivi paracadute di cui al paragrafo 3.2 dell'allegato I che impediscono la caduta della cabina o movimenti ascendenti incontrollati", nella nuova 2014/33/UE sono indicati, sempre al punto 2, i "dispositivi paracadute di cui al punto 3.2 dell'allegato I che impediscono la caduta della cabina o movimenti incontrollati", scomparendo quindi la parola "ascendenti" prevista nella "vecchia" direttiva ascensori.

• La seconda modifica riguarda il punto 4 della versione inglese delle direttive, laddove l'Allegato IV della direttiva 95/16/CE parla di "Energy-accumulating (o dissipating) shock absorbers" mentre la versione inglese della 2014/33/UE, all'Allegato III, parla di "Energy-accumulating (o dissipating) buffers. Questa modifica della versione inglese, con il passaggio dal termine "shock absorber" al termine "buffer", non trova alcun riscontro nella versione italiana, poiché il testo delle due direttive pubblicate nella GUUE è lo stesso (ammortizzatore).

• Infine il punto 6: nell'attuale testo della direttiva 95/16/CE (Allegato IV) sono indicati i "dispositivi elettrici di sicurezza con funzione di interruttori di sicurezza con componenti elettronici" mentre nella nuova 2014/33/UE sono indicati, sempre al punto 6 (Allegato III) i "dispositivi elettrici di sicurezza con funzione di circuiti di sicurezza con componenti elettronici", con la presenza quindi del termine "circuiti" al posto del termine "interruttori".

 

Entrata in vigore.

L'articolo 48 - Entrata in vigore e applicazione della direttiva 2014/33-UE stabilisce che "la presente direttiva entra in vigore il ventesimo giorno successivo alla pubblicazione nella Gazzetta ufficiale dell'Unione europea" [18 Aprile 2014, .d.a.]. La direttiva 95/16/CE non è cessata immediatamente ma è stata abrogata a decorrere dal 20 aprile 2016. Infatti gli Stati membri hanno avuto due anni di tempo (entro il 19 aprile 2016) per adottare e pubblicare le disposizioni legislative, regolamentari e amministrative necessarie per conformarsi alla nuova direttiva (Emanazione di un Decreto di attuazione come fatto con il DPR162/99). Ad oggi non risulta ancora presente un Dispositivo attuativo di Legge ma una Circolare del MISE ne ha di fatto recepito l'attuazione. 

 

scarica qui la Direttiva Ascensori 2014/33-UE

PER OFFRIRTI UNA MIGLIORE ESPERIENZA QUESTO SITO UTILIZZA COOKIE DI PROFILAZIONE. CONTINUANDO LA NAVIGAZIONE ACCONSENTI ALL’UTILIZZO DEI COOKIE. PER SAPERNE DI PIÙ E PER MODIFICARE LE TUE PREFERENZE CONSULTA privacy policy.

Accetto i cookies di questo sito.

EU Cookie Directive Module Information